Con bagaglio leggero volta pagina: Vita da Expat in Oman

Da oggi, il Blog ritorna on line, cambiando la linea editoriale.
I riflettori rimangono puntati sul Medio e Vicino Oriente e i Paesi del Golfo. Ma con un taglio diverso, perché ormai vivo nel Sultanato di Oman e quindi Conbagaglioleggero diventerà un vero e proprio diario.
Diario di una expat…

Dal life-style, agli eventi culturali, a quelli storico-politici, dalla cucina all’abbigliamento alle tradizioni, visti però con gli occhi di chi – in un Paese del Golfo come l’Oman- ci vive.

Chi sono le persone che incontro? Omaniti o Expat, tutti hanno qualcosa da raccontare.
Come si vive a Masqat, la capitale del Sultanato? Quali sono le differenze, le difficoltà, i vantaggi nel cambiare non solo Paese ma anche continente?
Curiosità, storie, fotografie e filmati …Insomma un piccolo concentrato dal “sapor mediorientale”…
Rimangono naturalmente, raccolti nell’archivio, tutti i miei articoli, i reportage: fonte storica per chi volesse documentarsi più a fondo sui Paesi Arabo-musulmani o musulmani.

Il blog è anche raggiungibile dal mio sito ufficiale (in italiano e inglese): www.antonellaappiano.com

Grazie per chi mi ha seguito (ho incontrato follower anche in Oman); a chi ha aspettato, con pazienza, a chi mi seguirà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per favore non chiedete a un expat…

Ci sono diverse cose che irritano un expat.

Ognuno ha la sua scala di valori riguardo l’”intolleranza”.
Io, per esempio, non sopporto gli italiani che passano ore al computer a giocare, leggere gossip, cercare tutorial sul trucco o sul mettere lenti a contatto colorate e poi pretendono (e sono quasi sempre sconosciuti) che tu offra loro magiche soluzioni per venire a vivere e lavorare nella tua seconda Patria, scrivendoti un messaggio, attraverso i social.
Cambiare paese non è come cambiare abito.

Qui, Oman. Che cosa mi manca dell’Italia?

Nulla.

Premetto che sono poco attaccata alle cose, alle abitudini, alle consuetudini. Che l’Oman è un Paese che ho scelto (non ci sono capitata per caso); che non ho un carattere da “torcicollo emotivo” e nostalgia è una parola che non compare nel mio vocabolario. Rifletto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: