ISIS

Le donne dell’ISIS: tra figli e social media

 

I ruoli degli appartenenti a ISIS sono ben divisi a seconda del sesso: mentre gli uomini combattono, le giovani donne si occupano della propaganda sui social media. I canali digitali sono gli stessi con cui queste vengono arruolate e che useranno a loro volta per coinvolgere altre donne a fare altrettanto.

Sono giovani, usano Skype, Facebook, Twitter, Tumblr, Ask.fm e Kik come qualunque ragazza della loro età.

Al-Baghdadi - "falso proclama" - infibulazione

Infibulazione – intervento sul proclama di Al-Baghdadi su Fujiko Focus On RadioCittàFujiko

Il proclama del “CaliffoAbu Bakr al-Baghdadi, non poggia in realtà su nessun precetto della religione musulmana. L’infibulazione non appartiene alla tradizione islamica ed è stata spesso denunciate dalle autorità religiose dei Paesi musulmani.
E’ una pratica legata a culture antropologiche tribali e quindi anche diffusa in zone cristiane (perché si rifà appunto ad epoche precedenti la cristianizzazione). Una  consuetudine che si è  mantenuta soprattutto tra i copti (ortodossi e cattolici) del Corno d’Africa, per esempio.
Una delle principali attiviste contro le mutilazioni genitali femminili è la scrittrice Ayaan Hirsi Ali, somala e naturalizzata olandese, che è stata infibulata all’età di cinque anni. Inoltre la notizia, lanciata da un tweet e diffusa velocemente attraverso i social media, non è verificabile in maniera indipendente. Certe notizie “fanno scalpore” ma è indispensabile sempre verificare le fonti.

Di seguito la registrazione del mio intervento a Fujiko Focus On – RadioCittàFujiko.

Peshmerga 15Base - Yalchi - Kirkuk

Kirkuk: peshmerga, petrolio e territori contesi

Kirkuk (Kurdistan) Iraq – Per arrivare a Kirkuk, circa 80 chilometri a sud di Erbil, lungo la Baghdad road, i check point dell’Esercito curdo, formato dai peshmerga, sono cinque. Ogni volta i documenti vengono controllati con attenzione, così come il bagagliaio dell’automobile.
Dopo l’attacco dei miliziani di Abu Bakr al- Baghdadi, respinti dai peshmerga,

Kirkuk reportage - Kurdistan Iracheno

Da Erbil in collegamento telefonico con Radio Onda d’Urto

Su Radio Onda d’Urto in collegamento telefonico da Erbil, intervistata da Irene Panighetti, parlo di ciò che sta succedendo nel Kurdistan iracheno, a Erbil, Kirkuk e della situazione in continuo cambiamento in Siria e Iraq, della proclamazione del Califfato…and more

fountain citadel Erbil - Kurdistan Iracheno

La guerra pacifica del Kurdistan

Erbil (Kurdistan) Iraq – E’ tempo di Ramadan e Mohammad Nuri -imprenditore e commerciante di Erbil- ha fissato il nostro appuntamento dopo il tramonto quando il muezzin annuncia la rottura del digiuno, al Café Azado, nel Family Mall.

Ordinando un tè, cita il leader politico curdo, Abdul Rahman Ghassemlou: “non si parla molto dei curdi perché noi non abbiamo mai preso un ostaggio, mai dirottato un aereo e ne sono fiero”.

Bambini nel Campo di Khazir - Governatorato di Erbil - Kurdistan Iracheno

‘Meglio ISIS che il Governo’

Erbil (Kurdistan) Iraq – Le ultime 50 famiglie sono arrivate nel campo di Khazir (governatorato di Erbil) nella notte fra mercoledì e giovedì, dopo che i miliziani dell’ISIS avevano attaccato alcuni piccoli villaggi vicino a Mosul. Ancora gente in fuga. Gente spaventata. Arrabbiata. Stanca. Soprattutto gente. Loro, gli iracheni, non soltanto un arido numero, ma una faccia, una speranza o la tristezza negli occhi. Mille domande. Tante storie che s’intrecciano rendendo concreta la parola ‘popolo’.