RadioRai 1 – Radio Anch’io – Polveriera Medio Oriente

23 NOVEMBRE

POLVERIERA MEDIO ORIENTE. Situazione esplosiva in Egitto, dove, alla vigilia del voto parlamentare, la dura repressione delle manifestaioni contro la giunta militare ha provocato decine di morti e molte centinaia di feriti. Sull’orlo della guerra civile anche la Siria dove, nonostante le pressioni internazionali e la scadenza dell’ultimatul della Lega Araba contro le repressioni, si moltiplicano sparizioni, rapimenti, omicidi. Intervengono Maria Gianniti, inviata del Giornale Radio RAI, Marc Innaro, corrispodnente Rai al Cairo, Francesca Paci, giornalista della Stampa, Antonella appiano, giornalista, autrice del recente “Clandestina a Damasco”, Paolo Magri, vice presidente dell’ISPI (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale) e Maria Calculli, ricercatrice dell’American University del Cairo.

L’intervento di Antonella Appiano

http://www.conbagaglioleggero.com/wp-content/uploads/2011/11/radioanchio_appiano.mp3

L’intera trasmissione – condotta da Ruggero Po

http://www.radio.rai.it/podcast/A42380216.mp3

Appiano Antonella

Comments (2):

  1. Ruggero Po

    24 Nov at 04:26

    Grazie della bella intervista, Antonella. Sei una donna coraggiosa. Ruggero

    Rispondi
    • Antonella Appiano

      24 Nov at 09:07

      Grazie, Ruggero!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Nilo Domanico: ingegnere, fotografo e viaggiatore in Oman – Storie di Expat

”Il desiderio di scoprire, la voglia di emozionare, il gusto di catturare,
tre concetti che riassumono l’arte della fotografia”.
Helmut Newton

« Ho incominciato a fotografare quando frequentavo le superiori, durante una gita scolastica, e non ho più smesso» racconta Nilo Domanico.

Aeroporto e expat: una storia d’amore?

«Arrivi o parti?» Amelia
«Non lo so. Tutti e due» Viktor

Questa è una battuta dei due personaggi principali (interpretati da Catherine Zeta-Jones e Tom Hanks) nel celebre film “The terminal”. Ma per me, expat, rispecchia la realtà. E la relazione con gli aeroporti, una vera e propria storia di amore.

Perché i verbi assumono una valenza diversa, quando vivi in un altro Continente, in un Paese che senti tuo. E allora le carte si scompigliano. “Andare“ in Italia o ”tornare” per esempio?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: