Aleppo, sparano i cannoni

Carri armati e militari in movimento verso altre zone attualmente sotto controllo dell’esercito siriano libero.

Aleppo

Aleppo, ore 09.30. Durante la notte, fino alle 2-3 del mattino, si sono sentiti distintamente i colpi di cannone dell’artiglieria dell’esercito regolare provenienti da piazza Saadallah al-Jabri. Questa mattina ho visto il passaggio dei carri armati e dei militari. Ho avuto modo di parlare con qualche civile presente sul posto: secondo alcuni pare si dirigessero verso la piazza dell’Orologio, mentre altri ritenevano che si stessero spostando verso altre zone attualmente tenute sotto controllo dall’esercito siriano libero.

Cercherò di entrare nuovamente nel quartiere ’caldo’ di Salah ad-Din per fornire nuovi aggiornamenti su una situazione in continua evoluzione.

Antonella Appiano in esclusiva per Lindro (riproducibile citando la fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Nilo Domanico: ingegnere, fotografo e viaggiatore in Oman – Storie di Expat

”Il desiderio di scoprire, la voglia di emozionare, il gusto di catturare,
tre concetti che riassumono l’arte della fotografia”.
Helmut Newton

« Ho incominciato a fotografare quando frequentavo le superiori, durante una gita scolastica, e non ho più smesso» racconta Nilo Domanico.

Aeroporto e expat: una storia d’amore?

«Arrivi o parti?» Amelia
«Non lo so. Tutti e due» Viktor

Questa è una battuta dei due personaggi principali (interpretati da Catherine Zeta-Jones e Tom Hanks) nel celebre film “The terminal”. Ma per me, expat, rispecchia la realtà. E la relazione con gli aeroporti, una vera e propria storia di amore.

Perché i verbi assumono una valenza diversa, quando vivi in un altro Continente, in un Paese che senti tuo. E allora le carte si scompigliano. “Andare“ in Italia o ”tornare” per esempio?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: