Con bagaglio leggero volta pagina: Vita da Expat in Oman

Da oggi, il Blog ritorna on line, cambiando la linea editoriale.
I riflettori rimangono puntati sul Medio e Vicino Oriente e i Paesi del Golfo. Ma con un taglio diverso, perché ormai vivo nel Sultanato di Oman e quindi Conbagaglioleggero diventerà un vero e proprio diario.
Diario di una expat…

Dal life-style, agli eventi culturali, a quelli storico-politici, dalla cucina all’abbigliamento alle tradizioni, visti però con gli occhi di chi – in un Paese del Golfo come l’Oman- ci vive.

Chi sono le persone che incontro? Omaniti o Expat, tutti hanno qualcosa da raccontare.
Come si vive a Masqat, la capitale del Sultanato? Quali sono le differenze, le difficoltà, i vantaggi nel cambiare non solo Paese ma anche continente?
Curiosità, storie, fotografie e filmati …Insomma un piccolo concentrato dal “sapor mediorientale”…
Rimangono naturalmente, raccolti nell’archivio, tutti i miei articoli, i reportage: fonte storica per chi volesse documentarsi più a fondo sui Paesi Arabo-musulmani o musulmani.

Il blog è anche raggiungibile dal mio sito ufficiale (in italiano e inglese): www.antonellaappiano.com

Grazie per chi mi ha seguito (ho incontrato follower anche in Oman); a chi ha aspettato, con pazienza, a chi mi seguirà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Nilo Domanico: ingegnere, fotografo e viaggiatore in Oman – Storie di Expat

”Il desiderio di scoprire, la voglia di emozionare, il gusto di catturare,
tre concetti che riassumono l’arte della fotografia”.
Helmut Newton

« Ho incominciato a fotografare quando frequentavo le superiori, durante una gita scolastica, e non ho più smesso» racconta Nilo Domanico.

Aeroporto e expat: una storia d’amore?

«Arrivi o parti?» Amelia
«Non lo so. Tutti e due» Viktor

Questa è una battuta dei due personaggi principali (interpretati da Catherine Zeta-Jones e Tom Hanks) nel celebre film “The terminal”. Ma per me, expat, rispecchia la realtà. E la relazione con gli aeroporti, una vera e propria storia di amore.

Perché i verbi assumono una valenza diversa, quando vivi in un altro Continente, in un Paese che senti tuo. E allora le carte si scompigliano. “Andare“ in Italia o ”tornare” per esempio?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: